Il settimo seme di Persefone





I commenti ai post o a foto sono i benvenuti e liberi a tutti!!!





domenica 1 maggio 2011

✞✞✞ Più Santi per tutty ✞✞✞

San Yang

Non era ancora morto che già lo volevano beare.
"Beato te, che muori e diventi beato!" gli diceva cardinal Slazenger.
Ma papavoitila non sentiva seghe: non se ne voleva andare a far compagnia a Santantoniodapadova. Gli ultimi anni del suo pontificato non lo vedevano più pontificare come un tempo. Papawoitiwa si esprimeva ormai con voce flebile e impercettibile.
Era lentamente consumato dalla malattia. La sua bocca si apriva a stento. Eppure per ogni frase biascicata, la tv cristiana si sperticava: "Severo monito di papauotiua contro la violenza in medioriente". E si vedevano le immagini del vecchio pontefice che diceva roba tipo: "bsta cò la violntz...".
Non era più il papauotila di un tempo, quello di quando i "severi moniti" erano davvero "severi". ( digressione: i moniti papali sono sempre severi. mai "simpatici" o "vivaci". mai una volta ho sentito dire di un "curioso monito papale". o di, che so, un "frivolo monito del papa". no. sempre e solo "severi" ).
I tempi in cui papavotila affacciandosi a 'sto bbalcone procalamava stentoreo: "Basta con la violenza!!". E giù applausi per il suo severo monito. ( va da sè che in medioriente se ne sbattevano le palle e continuavano ad ammazzarsi alla faccia della severità vaticana ).
Questo pontefice lo ricordo bene. Dal primo giorno in biancoenero del "se mi sbalio mi curegerete", frase buffamente rivoluzionaria detta da un papa polacco.
All'epoca i polacchi non esistevano.
Non facevano manco i lavavetri. Figuriamoci i papi. L'unica cosa che mi ricordava l'esistenza della polonia erano le scarpe della Clarks. Le mitiche polacchine.
Eppure quella mossa bislacca si rivelò il piano più strategicamente perfetto dell' Opus Dei: con quel prete proveniente dalla cattolicissima polonia, si aprì una piccola crepa che nel giro di una ventina d'anni avrebbe fatto crollare la cortina di ferro.
Detto questo, può papavotiwa fare il Santo?
Pòle Karol, fregiarsi dell'aureola sul coppino?
Ok, io sono pagano, o comunque agnostico, e prima di far santo qualcuno, hai voglia a stimmate, duroni, ed eruzioni cutanee varie.
So pure che per adesso papawotiua verrà fatto beato e basta. E che per diventar Santo occorrerà un miracolo dopo la beatificazione ( dalle parti di Viterbo o Frosinone non aspettano che zompare giù dalle sedie a rotelle ). Ma insomma, mentre degli altri beati sapevo poco, di questo signore si sa un po tutto. E' stato un papato che è cresciuto assieme alla tv. Un papato fatto anche di lustrini e cotillons. Un papato fra l'altro, che negli ultimi anni della sua durata ha sfornato Santi a nastro.
Io non ho capito bene il motivo della sua beatificazione. Cosa abbia fatto di così ultraterreno papauojtiwa.
Penso che Gesù o Francesco d'Assisi ( cui credo a entrambi ) avrebbero definito la questione un attimino "strumentale". Forse l'umbro ci sarebbe andato pure giù più duro.
Ora viene fuori che c'è quel prete che ha conservato due ampolle di sangue di papavoitiva.
Dai ragazzi!? Dai! Stiamo calmi, eh! Stiamo calmini!
Se Uotjiwa può esser Santo ti immagini San Sebastiano? Che casino starà facendo?
"Io sono stato trafitto dalle frecce! Io sono più Santo di lui"
E San Giorgio? "Io ho ammazzato un drago grosso così! Questo stava per essere accoppato dai bulgari!!! E' una vergogna!"
Immaginatevi la coda all'ufficio reclami celeste: gente decapitata. Senza occhi. Arsa viva.
Si vedono arrivare questo, bello bello sulla papamobile, che passa davanti a tutti.
Secondo me succederà un pò di casino.
La sensazione definitiva è che essendosi notevolmente allargate le maglie del filtro che separava l'empio dal sacro, il blasfemo dal devoto, l'immorale dal virtuoso, sia un pò più semplice ascendere alla scala del Paradiso.
Ove molto presumibilmente troveremo un San Pietro con fucile a pompa ad aspettarci.

Oddio... non che io mi aspetti di andare in Paradiso, eh...
E come diceva Mark Twain:
"Il paradiso lo preferisco per il clima. L'inferno per la compagnia."


Yang

14 commenti:

  1. infatti sempre viva San stocazzo. comunque il polacco ha una bella cera ( http://1.bp.blogspot.com/-Jh9m0ydLMRo/TbvqfYamorI/AAAAAAAABRM/ZVYOA9SU4yY/s1600/IMG_0003%2Bcopia.jpg )

    RispondiElimina
  2. Minchia Jules! Ma chi è? Sembra Bush! San George W!

    RispondiElimina
  3. il museo dellle cere next to P.zza Venezia. e gira pure su una pedana rotante!

    RispondiElimina
  4. Mi andate a nominare Gesù e San Francesco: ma ce li vedete, l'uno a scagliarsi contro i mercanti, i farisei, gli idolatri, i sepolcri imbiancati in mezzo a quella folla invasata, l'altro a predicare povertà nel vatikano opulentissimo... Come minimo verrebbero linciati!

    RispondiElimina
  5. Io vedo Borsellino, Falcone, Impastato, Arrigoni, Pecorelli, Moro, Matteotti, Ambrosoli e tanti altri tutti a fare la fila a sta ceppa di paradiso!

    Ottima la scelta di Stairwat to Heaven

    RispondiElimina
  6. Tranne che sulla foto (non si vedono le stimmate!!) sono completamente d'accordo su tutto. Da cornice l'osservazione sul "severo monito", che fa il paio con l'"accorato appello"... ma il discorso potrebbe ampliarsi, fuori dal Vaticano, a un panorama infinito che va dalla "suggestiva cornice" alla "turgida cappella"...

    RispondiElimina
  7. San Francesco, era toscano, solo che poi s'è trasferito ad Assisi e lì impiantò l'agriturismo. Sempre san Francesco, venne considerato eretico, ma siccome il Papa aveva capito che qualche eretico era meglio non bruciarlo o farlo bollito, l'ha inglobato nello star sistem. Sto Papa, da ragazzina mi lasciava perplessa. Mi dicevo, sì sì viaggia per il mondo, ma lo fa in bussness class, alla faccia della sofferenza. Per il resto non mi ha mai suscitato grandi sconquassamenti. I cattolici, così come gli inglesi col matrimonio, così come i tifosi di calcio...Hanno bisogno di cerimoniali, per sentirsi dentro qualcosa. Hanno bisogno di pubblicità per rinforzare il bussness, e non si può sempre scomodare Padre Pio. Credo sia passato di moda come il rosario elettronico. E magiugori è troppo da schizzati. Comunque, non credo sia un male, se si portino avanti ideali di fratellanza, uguaglianza, insomma figure positive. L'unico problema, tutti a dire w il Papa, w il Papa, ma qualcuno sa, qual era la sua filosofia? Per cosa si grida evviva? Posso dirti che io ci stavo, quanche annetto fa, in piazza a fare la Papa girl, mi divertivo e, quando lui mi passava accanto, ti saliva un'energia da dentro fortissima (non so come facessi ma io ero sempre in primissima fila, praticamente allungavo la mano e toccavo la sua). Cos'era? Era molto più dell'adrenalina, era una forza e una gioia, istantanea e subitanea, forse emanata dalla folla stessa che era lì con me. E non era una famiglia bigotta la mia, apparte la nonna che prega woitilia ieri sera per far segnare l'inter e poi mi dice "che Papa potente che è" nessuno mi aveva inculcato nulla di speciale. Io non lo so il rosario a memoria, non vado a messa, non chiedo più miracoli. Credo che Dio esista, non riesco a convincermi del contrario, ma vado per la mia strada e ogni tanto lo saluto. E il Papa? Che cos'è questa figura? L'Opus Dei mi fa paura, conosco persone che ne fanno parte e mi fanno altrettanta paura, perchè non sono i personaggi del libro di Brown...Lasciamo perdere va! Che vi ho occupato sin troppo spazio con i miei deliri. Sperem che Gesù ci protegga. Come si dice...Dagli amici di guardi Dio che dai nemici mi guardo io!

    RispondiElimina
  8. chiedo venia, ho scritto male non è nato nel senso di "sgravato" in toscana, ma ha cominciato a fare il fricchettone prima in toscana e poi in casa propria.

    RispondiElimina
  9. Ma bravi! Sempre a parlar male dei papi e dei santi! Convertitevi al Dio Denaro! Infedeli! Domani mattina vi aspetto tutti al bancomat per confessarvi! Amen

    RispondiElimina
  10. Ciao Zio. Devo precisare che quando dico che credo in Gesù e in Francesco ( nota che ometto il San ), non intendo dire che ho per loro un credo religioso. Io credo che siano esistiti entrambi.
    E li ritengo due persone fra le più importanti della storia dell'umanità.
    Non credo che Gesù fosse il figlo di Dio. Credo che sia stato un grandissimo filosofo invasato.
    Un rivoluzionario magnifico, proprio come Francesco.
    Al primo riconosco il merito di aver portato la donna sullo scranno più alto della natura umana terrena ( poche altre religioni hanno fatto altrettanto ), al secondo l'aver ricondotto l'uomo e dio dentro la profonda semplicità della bellezza.
    In ogni caso non avrebbero chanche, oggi come oggi.
    Uhmm.. mi hai fatto venire un idea per un post...

    RispondiElimina
  11. Amen Inneres. Non aggiungo altro.

    RispondiElimina
  12. Guarda Rofrano che io le stimmate ce l'ho eccome!
    Nella mano destra di più!
    AHAHAH!!!
    :-)

    RispondiElimina
  13. Cara Seta, l'emozione di cui mi parli credo che molti l'abbiano provata davanti a Elvis. E anche quella era un energia positiva.
    ;-)
    Una delle suggestioni più forti l'ho vissuta scendendo nella cripta della basilica di San Francesco. Ero ad Assisi per lavoro da solo, e decisi di concedermi un break mistico a ora di pranzo. Così, per curiosità.
    Ripeto: non sono cattolico, ma quando mi trovai davanti al sepolcro fui travolto da una tale commozione che mi costrinse a sedermi, con gli occhi lucidi.
    Quell'anonimo giorno di lavoro in Umbria l'ho consacrato come uno dei giorni più importanti della mia vita.

    RispondiElimina
  14. Cagnaccio, non temere, siamo molto più prosaici di quanto credi. Anzi: già che ci troviamo davanti al bancomat, non è che ci presteresti 500 euro?
    Vorremmo comprarci un saio nuovo. Ne abbimo visto uno di Gucci, fichissimo! In Juta lavata a freddo.
    Sarà un must dell'estate a Forte dei Marmi.

    RispondiElimina